Emergenza COVID-19: Sospensione degli effetti del contratto di locazione dell’immobile commerciale

Lo Studio Legale Bussa ha svolto un’accurata ricerca per individuare lo strumento giuridico più consono alla gestione dei contratti di locazione di immobili, destinati all’attività commerciali. In particolare, la struttura della ricostruzione sistematica si basa sugli articoli 1256, 1218 Codice Civile e sull’istituto giuridico dell’exceptio doli.

Stante la norma imperativa di legge che vieta di aprire al pubblico le attività commerciali,  riteniamo quindi si sia verificata una inidoneità dell’immobile locato all’uso pattuito, che è appunto l’utilizzo dello stesso a soli fini commerciali, senza possibilità di mutamento di destinazione di uso. Pertanto l’immobile locato, per fatto non imputabile al conduttore, non ha più quei requisiti necessari previsti dal contratto. Il tutto deriva, come già detto, da una norma transitoria imperativa di legge.

Ne consegue che gli effetti del contratto restano sospesi, sino a quando permarrà detta norma imperativa di legge.

Anche la fideiussione, a nostro avviso, non potrà operare, in quanto si ricadrebbe nell’istituto cd. “exceptio doli” per contrarietà a norme imperative (vedi utilizzo del bene locato nonostante i divieti di legge).


Non esitare a contattarci per un consulto gratuito sull’argomento